Stampa&tributi del 11 gennaio 2023

Boom di utenti per PagoPa e Spid nel 2022. La potestà comunale tra stralcio di cartelle e rottamazione di ingiunzioni, la questione degli avvisi di accertamento esecutivi. Liti, estinzione immediata. Stralcio e rottamazione a 360°. 

#Imu #newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

Boom di utenti per PagoPa e Spid nel 2022

Digitalizzazione della pubblica amministrazione ai massimi storici nel 2022. Boom di transazioni con PagoPa, raddoppiate rispetto al 2021, stessi risultati per le autenticazioni tramite Spid. Bene anche la carta d’identità elettronica (Cie), ma le autenticazioni sono comunque inferiori a Spid di 980 milioni di unità. Sono queste, in sintesi, le conclusioni elaborate dal Dipartimento per la trasformazione digitale, diffuse con una nota di ieri. PagoPa ha chiuso l’anno 2022 con un totale di 332 milioni di transazioni eseguite. Impennata nel 2022 anche per il valore economico delle movimentazioni relative, che superano così i 61 miliardi di euro.

La potestà comunale tra stralcio di cartelle e rottamazione di ingiunzioni, la questione degli avvisi di accertamento esecutivi

La nuova rottamazione quater disciplinata dall’articolo 1, commi 231-252, della legge 197/2022, riferita al periodo 1° gennaio 2000 – 30 giugno 2022, nulla prevede per gli enti che riscuotono mediante ingiunzione. La questione dev’essere adeguatamente affrontata dal legislatore per le evidenti problematiche di equità, di prospettiva e, soprattutto, nel solco della riforma della legge 160/2019.

Liti, estinzione immediata

Estinzione immediata per le liti pendenti : il deposito entro il 10 luglio 2023 della domanda e dell’attestazione di versamento, segna la fine della controversia con l’agenzia delle entrate. Fermo restando che, entro il 31 luglio 2024, l’ente potrà notificare il diniego alla definizione che costituirà evidentemente un atto impugnabile. In ogni caso, al fine di effettuare una opportuna valutazione sul da farsi, opportuno richiedere la sospensione del processo. Per i pagamenti effettuati medio tempore, scomputo di quanto versato dal costo della definizione a prescindere dalla tipologia di somma versata. Sono questi alcuni aspetti in evidenza alla luce del contenuto dei commi da 186 a 205 dell’articolo 1 della legge n. 197 del 2022 (legge di bilancio 2023) sulla definizione delle controversie tributarie ove la controparte è l’agenzia delle entrate. 

Stralcio e rottamazione a 360°

Lo stralcio delle mini-cartelle e la rottamazione di quelle sopra i mille euro andrebbero estesi anche ai ruoli non affidati ad Agenzia delle entrate-Riscossione. Si tratta di una “proposta di buon senso”, finalizzata a sanare l’attuale disparità di trattamento tra enti che si sono rivolti agli agenti della riscossione ed enti che hanno scelto strade diverse, su cui sarà avviato un approfondimento al ministero dell’economia.

Il video

Il podcast

https://open.spotify.com/show/5dDNIBPglFDEFeYAlRVvYu

Rispondi