stampa & tributi del 10 maggio 2022

Federalismo fiscale, Pnrr e riforma complicano il cammino. Atti catastali, le visure in tilt. Fino al 30/9 dehors senza autorizzazioni. Piattaforme marine, individuati i 26 Comuni destinatari del 3 per mille dell’Impi 2020 e 2021. Imposta piattaforme, fissati i beneficiari .

#newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

Federalismo fiscale, Pnrr e riforma complicano il cammino

di Claudio Carbone

Restano, tuttavia, per gli enti locali le annose criticità finanziarie che si manifestano nell’accesso alla procedura di riequilibrio pluriennale o nel dissesto da imputare oltre che al contesto economico problematico di alcune aree, anche alle disfunzioni organizzative dei singoli enti, come le inefficienze nella gestione delle risorse e la scarsa attenzione alla riscossione dei tributi.

Atti catastali, le visure in tilt

di Cristina Bartelli

Visure degli atti catastali in tilt e vendite immobiliari a rischio blocco. Da più di un mese, con aumento dei disservizi nelle ultime settimane, i sistemi informatici dell’Agenzia delle entrate, gestiti da Sogei per accedere ai dati del catasto presentano dei blocchi di accesso con ricadute sulle attività dei professionisti, notai in primis ma anche dei contribuenti. 

Fino al 30/9 dehors senza autorizzazioni

Francesco Cerisano

Prorogate le semplificazioni per l’utilizzo di suolo pubblico da parte degli esercenti. Sono le novità più rilevanti per enti locali e p.a. contenute negli emendamenti al dl energia approvati in commissione al Senato. Viene prorogata fino al 30 settembre 2022 la possibilità di installare senza autorizzazioni su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico, dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni, purché funzionali all’attività economica. Sempre fino al 30 settembre 2022, le domande di nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico o di ampliamento delle superfici già concesse potranno essere presentate in via telematica all’ufficio competente dell’ente locale, allegando la sola planimetria.

Piattaforme marine, individuati i 26 Comuni destinatari del 3 per mille dell’Impi 2020 e 2021

di Luigi Lovecchio

Nel decreto è precisato pertanto che entro 30 giorni dalla pubblicazione dello stesso, le imprese proprietarie delle piattaforme devono trasmettere al Mef, via pec, i dati relativi all’imponibile e all’imposta afferenti a ciascun bene, relativamente ai pagamenti effettuati nel 2020 e nel 2021. Sulla base di tali dati, il Dipartimento delle finanze provvederà, nei successivi 30 giorni dalla ricezione della comunicazione del contribuente, ad attribuire il gettito a ciascun Comune di riferimento, ovviamente, per la quota ad esso spettante (il 3 per mille).

Imposta piattaforme, fissati i beneficiari 

Ilaria Accardi 

A due anni dall’entrata in vigore dell’Impi, istituita con l’art. 38 del d.l. n. 124/2019, si è arrivati alla determinazione dei criteri che permettono l’esatta individuazione dei comuni destinatari del gettito del nuovo tributo che colpisce la piattaforma marina, vale a dire la piattaforma con struttura emersa destinata alla coltivazione di idrocarburi situata entro i limiti del mare territoriale. Nell’allegato al decreto è, infatti, riportata una “Nota metodologica” dove vengono specificati i criteri in base ai quali sono stati individuati i comuni e le relative piattaforme marine

**

Il video

Il podcast

disponibile il calcolatore aggiornato per il calcolo imu 2022 riscotel imu 2022

https://www.tuttotributi.it/novita-imu-2022-soggetti-non-residenti-nel-territorio-dello-stato/

D.M. 20 luglio 2021 – Specifiche tecniche per l’invio telematico delle delibere regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali – Guida operativa

https://www.tuttotributi.it/d-m-20-luglio-2021-specifiche-tecniche-per-linvio-telematico-delle-delibere-regolamentari-e-tariffarie-relative-alle-entrate-tributarie-degli-enti-locali-guida-operativa/

SENTENZE & TRIBUTI LA NEWSLETTER DEL SABATO

https://www.tuttotributi.it/sentenze-tributi-la-newsletter-del-sabato/

Pef, Regolamenti e Tariffe – Per il 2022 sul termine di approvazione prevale la regola ordinaria del 31 maggio

Nel caos della sovrapposizione di competenze sulla Tari si inserisce anche l’incertezza della diversa previsione dei termini per l’approvazione di pef, regolamenti e tariffe Tari. La regola derogatoria che fissa il possibile adempimento al 30 aprile è facoltativa e recessiva rispetto a quella ordinaria che invece sposta il termine di approvazione del bilancio di previsione al 31 maggio

https://ntplusdiritto.ilsole24ore.com/art/pef-regolamenti-e-tari–il-2022-termine-approvazione-prevale-regola-ordinaria-31-maggio-AEBCkOUB

Rispondi