stampa & tributi del 22 aprile 2022

Gli extra ristori Covid sono vincolati. Esenzioni Imu da provare. Avviso di accertamento IMU: nullo se la copia cartacea notificata risulta priva della necessaria attestazione di conformità all’originale.

#newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

Gli extra ristori Covid sono vincolati

 Matteo Barbero

I ristori specifici di entrata assegnati agli enti locali in misura superiore alla perdita di gettito effettiva registrata a seguito dell’emergenza sanitaria devono confluire nella quota vincolata del risultato di amministrazione, congiuntamente alle eventuali economie del «Fondone». Lo ha precisato la Ragioneria Generale dello Stato con la faq n. 48 in materia di certificazione fondi Covid. Il chiarimento riguarda l’adempimento in calendario per la fine di maggio, ma sul quale gli enti si stano esercitando già in questi giorni parallelamente alla redazione del rendiconto della gestione da approvare (salvo proroghe) entro fine aprile. Uno dei temi più spinosi riguarda la corretta rappresentazione delle somme erogate a copertura di minori entrare, come Imu, Tosap/Cosap e imposta di soggiorno/contributo di sbarco (un discorso a parte vale per la Tari e la tariffa rifiuti, si veda ItaliaOggi del 8/4/2022).

Esenzioni Imu da provare

Sergio Trovato

L’agevolazione Imu per gli enti ecclesiastici è condizionata dalla presentazione della dichiarazione e dalle prove sulla destinazione dell’immobile. Anche le parrocchie sono tenute a presentare la dichiarazione telematica, adempimento imposto a tutti gli enti non commerciali, per poter fruire dell’esenzione. Il beneficio fiscale, inoltre, non può essere riconosciuto se l’ente ecclesiastico non fornisce anche un’idonea prova sull’uso effettivo degli immobili. Lo ha stabilito la commissione tributaria regionale della Toscana, sesta sezione, con la sentenza 484 del 28 marzo 2022.

Avviso di accertamento IMU: nullo se la copia cartacea notificata risulta priva della necessaria attestazione di conformità all’originale

L’ avviso di accertamento IMU è nullo se sulla copia cartacea manca l’apposita attestazione di conformità all’originale detenuto gli archivi informatici della pa: a stabilire tale importante principio ci ha pensato la Commissione tributaria provinciale di Foggia, un mezzo della pronuncia n. 166/05/21 del 12.02.2021.

Il video

Il podcast

disponibile il calcolatore aggiornato per il calcolo imu 2022 riscotel imu 2022

https://www.tuttotributi.it/novita-imu-2022-soggetti-non-residenti-nel-territorio-dello-stato/

Rifiuti urbani prodotti da utenze domestiche – Il MITE conferma la privativa dei Comuni in tutte le fasi della gestione. Nota informativa ANCI

Nota informativa dell’ANCI e quesito della regione Piemonte, da cui origina la nota della Direzione Generale dell’Economia circolare del MITE, che conferma il diritto di privativa dei Comuni i quali dispongono, in base alla legge, le misure inerenti “tutte le fasi” della gestione dei rifiuti urbani e quindi: le modalità di conferimento, della raccolta differenziata e del trasporto dei rifiuti urbani, garantendo una distinta gestione delle diverse frazioni di rifiuti e promuovendo il recupero delle stesse.

https://www.tuttotributi.it/rifiuti-urbani-prodotti-da-utenze-domestiche-il-mite-conferma-la-privativa-dei-comuni-in-tutte-le-fasi-della-gestione-nota-informativa-anci/

Assetto della finanza territoriale e linee di sviluppo del federalismo fiscale

L’attuale quadro della riscossione delle entrate degli enti locali è il frutto di un’articolata evoluzione normativa che ha portato, dal 1° luglio 2017, con l’istituzione dell’ente pubblico economico Agenzia delle entrate-Riscossione (AdeR), alla possibilità per le amministrazioni locali di deliberare l’affidamento diretto alla stessa Agenzia delle attività di riscossione spontanea e coattiva delle entrate tributarie o patrimoniali proprie e delle società da esse partecipate.

In sintesi, da tale data, gli enti locali possono svolgere il servizio di riscossione delle proprie entrate secondo le seguenti modalità:

• svolgimento del servizio tramite risorse interne;

• affidamento in house del servizio (tramite società strumentali);

• affidamento del servizio all’ente pubblico economico (AdeR) titolare dello svolgimento delle funzioni della riscossione nazionale, previa delibera;

• affidamento del servizio tramite le ordinarie procedure ad evidenza pubblica.

La mediazione tributaria nei tributi locali imu tari canone unico

l D. Lgs. 24 settembre 2015, n. 156, a partire dal 1° gennaio 2016, estende l’istituto tributario del reclamo/mediazione – obbligatorio per le controversie di valore non superiore a 20.000 euro – anche alle controversie aventi ad oggetto la contestazione degli atti emanati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, dagli Enti locali, dagli Agenti della riscossione e dai soggetti iscritti all’albo di cui all’art. 53 del D.Lgs. n. 446/1997, nonché alle controversie catastali cd. individuali, anche se di valore indeterminato. Il presente volume si propone di analizzare ed illustrare all’operatore comunale i nuovi istituti deflattivi del  contenzioso tributario per una più efficace azione di riscossione.

https://www.tuttotributi.it/la-mediazione-tributaria-nei-tributi-locali-imu-tari-canone-unico/

Corso Governance dei tributi locali 2022

Il 25 febbraio è iniziato il nuovo corso di Governance dei tributi locali.

 📌in presenza, aula A5

 🚩on line – Piattaforma Microsoft Teams per gli studenti iscritti–

📢streaming sul canale YouTube del Dipartimento per gli altri 

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività connesse alla terza missione all’interno dell’obiettivo “Formazione per adulti e life long learning” ed è quindi aperto a chi volesse parteciparvi gratuitamente.

Per i partecipanti non studenti è possibile iscriversi al corso inviando la propria adesione al seguente form di google 

https://forms.gle/S5WR8Q5Vadyz2tUu9

Il video è visionabile in generale dal giorno dopo sul canale youtube del Dipartimento.

https://www.youtube.com/channel/UChqti3zueelC0asTkk4yV8A

La pagina sulla qualità tari

📌 Abbiamo aggiornato la pagina sulla qualità della TARI con la pagina diapositiva ed il link al video dell’evento formativo di oggi di IFEL UNA PAGINA “ONE STOP SHOP” All’interno della pagina troverete le informazioni sulla qualità nella TARI nostra necessità dalla delibera 15 /2022 di Arera

 👉 LA DELIBERA DI SCELTA DEL QUADRANT REGOLATORIO 

👉 LA BOZZA DELL’APPENDICE AL REGOLAMENTO TARI 

👉 I DOCUMENTI UFFICIALI DI ARERA CONSULTA LA PAGINA https://www.tuttotributi.it/nuovi-obblighi-di-qualita-per- la-tari/

Rispondi