stampa & tributi del 31 marzo 2022

**

Città, fondi verso l’ok in Conferenza Stato-Città, e altri 206 milioni a Napoli. Imposte locali con stangata. Addizionali Irpef, addio costoso. Pnrr ok. Sul fisco il piatto piange. Tari, entro oggi la scelta sugli standard di qualità. Tarsu, obbligato nei confronti del Comune è il concessionario dello stadio anche per il bar gestito da terzi.

#newsletter #dirittotributario #imu #tari #canoneunico #accertamento #riscossione #stampaetributi #tommasoventre

**

Città, fondi verso l’ok in Conferenza Stato-Città, e altri 206 milioni a Napoli

di Gianni Trovati

Nella conferenza stampa dovrebbe poi arrivare anche il via libera alla ripartizione del fondo da 80 milioni e del contributo alla finanza pubblica per gli enti di area vasta, che ha ottenuto fin qui l’ok delle Province ma non delle Città soprattutto per l’opposizione di Roma. I numeri non cambiano rispetto a quelli che hanno diviso gli amministratori locali nelle scorse settimane. Cambia però almeno un po’ lo scenario con l’impegno della viceministra dell’Economia Laura Castelli per trovare risorse aggiuntive. 

Imposte locali con stangata

Il passaggio dalle addizionali Irpef alle sovrimposte, previsto dalla delega fiscale, non sarà indolore per i contribuenti. Una fascia compresa tra il 20 e il 30% dei contribuenti subirà un aggravio inferiore a 40 euro per redditi fino a 30 mila euro ma potrà salire fino a circa 200 euro per redditi tra 40 e 55 mila euro. Tra 55 mila e 75 mila euro il maggior prelievo toccherà i 400 euro, mentre per chi guadagna più di 75 mila euro il salasso sfiorerà i 1200 euro.

Addizionali Irpef, addio costoso

di Francesco Cerisano

Il passaggio dalle addizionali Irpef alle sovraimposte, previsto dalla delega fiscale, non sarà indolore per i contribuenti. E nemmeno per le regioni, che nel sostituire le addizionali con le sovraimposte rischiano “perdite di gettito significative”. Una fascia compresa tra il 20 e il 30% dei contribuenti subirà un aggravio di imposta che si attesterà a meno di 40 euro per redditi fino a 30 mila euro ma potrà salire fino a circa 200 euro per redditi tra 40 e 55 mila euro. Tra 55 mila e 75 mila euro il maggior prelievo toccherà i 400 euro, mentre per chi guadagna più di 75 mila euro il salasso sfiorerà i 1200 euro.

Pnrr ok. Sul fisco il piatto piange

di Francesco Cerisano

L’attuazione del Pnrr sta procedendo «con il coinvolgimento di tutti i soggetti istituzionali senza aver accusato finora particolari ritardi». Tuttavia, su alcune riforme, «su cui ci si attende nei prossimi anni risultati di rilievo, non solo per il rispetto degli obiettivi concordati a livello europeo, ma soprattutto per la crescita del Paese», i passi compiuti sono ancora «preliminari». La delega poi dimentica la riforma delle procedure di riscossione dei tributi che dovrebbe invece costituire «un intervento di assoluto rilievo nella complessiva strategia di contrasto all’evasione». 

Tari, entro oggi la scelta sugli standard di qualità

di Pasquale Mirto

Scade oggi il termine per scegliere gli obblighi di qualità contrattuale e tecnica che devono essere rispettati dai singoli servizi che compongono la gestione dei rifiuti urbani per tutta la durata del Piano Economico Finanziario, ovvero per il periodo 2023-2025. La scelta deve essere fatta individuando un quadrante della matrice disciplinata dall’articolo 3 del testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani (Tqrif), allegato alla delibera Arera n. 15/2022. Il termine del 31 marzo è fissato nella delibera, e quindi sarebbe da rispettare, anche se dovrebbe essere oggetto di proroga, per le stesse ragioni esternalizzate dall’Autorità nella delibera n. 15/2022, laddove si legge che tale termine era stato fissato considerando il termine di approvazione del bilancio (poi prorogato al 31 maggio), e la necessità di valorizzare i costi indotti dal Tqrif nel Pef 2022-2025. 

Tarsu, obbligato nei confronti del Comune è il concessionario dello stadio anche per il bar gestito da terzi

di Cosimo Brigida

L’unione sportiva che ha in concessione lo stadio comunale risponde nei confronti del Comune del pagamento della tassa rifiuti anche per le superfici del bar situato al suo interno, anche se fra il concessionario e il gestore del bar vi sia una convenzione che preveda che gli oneri tributari siano a carico di quest’ultimo. Secondo quanto emerge dalla sentenza della Corte di cassazione n. 8296/2022, in caso di concessione, il soggetto tenuto al pagamento del tributo è il concessionario, in quanto detentore, in virtù del titolo concessorio, di un’area sulla quale si producono rifiuti solidi urbani e l’obbligo non si trasferisce su chi, anche tramite contratti conclusi con il concessionario, ha concretamente prodotto i rifiuti, avendo in tutto o in parte l’effettiva disponibilità dell’area.

Il video

Il podcast

Sentenze & Tributi del 26 marzo 2022

• IN ANTEPRIMA

• I diritti di istruttoria devono essere legati alla complessità della pratica

• Il CANONE UNICO dovuto per la pubblicità esclude quello per il suolo pubblico

• IMU non dovuta in caso di revoca della concessione demaniale

https://www.tuttotributi.it/sentenze-tributi-del-26-marzo-2022/

LA PAGINA SULLE NOVITÀ IMU 2022

le modifiche di rilievo nella gestione dell’imu per il 2022 e abbiamo raccolto in questa pagina alcuni materiali disponibili in rete

https://www.tuttotributi.it/regolamento-imu-2022/

IMU: SUI LIMITI DELL’ESENZIONE PER IL NUCLEO FAMILIARE, LA CORTE SOLLEVA QUESTIONE DI COSTITUZIONALITÀ DAVANTI A SE STESSA

Cosa ha deciso la Corte Costituzionale sull’esenzione IMU per il nucleo familiare?

https://www.tuttotributi.it/imu-sui-limiti-dellesenzione-per-il-nucleo-familiare-la-corte-solleva-questione-di-costituzionalita-davanti-a-se-stessa/

Corso Governance dei tributi locali 2022

Il 25 febbraio è iniziato il nuovo corso di Governance dei tributi locali.

 📌in presenza, aula A5

 🚩on line – Piattaforma Microsoft Teams per gli studenti iscritti–

📢streaming sul canale YouTube del Dipartimento per gli altri 

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività connesse alla terza missione all’interno dell’obiettivo “Formazione per adulti e life long learning” ed è quindi aperto a chi volesse parteciparvi gratuitamente.

Per i partecipanti non studenti è possibile iscriversi al corso inviando la propria adesione al seguente form di google 

https://forms.gle/S5WR8Q5Vadyz2tUu9

Il video è visionabile in generale dal giorno dopo sul canale youtube del Dipartimento.

https://www.youtube.com/channel/UChqti3zueelC0asTkk4yV8A

La pagina sulla qualità tari

📌 Abbiamo aggiornato la pagina sulla qualità della TARI con la pagina diapositiva ed il link al video dell’evento formativo di oggi di IFEL UNA PAGINA “ONE STOP SHOP” All’interno della pagina troverete le informazioni sulla qualità nella TARI nostra necessità dalla delibera 15 /2022 di Arera

 👉 LA DELIBERA DI SCELTA DEL QUADRANT REGOLATORIO 

👉 LA BOZZA DELL’APPENDICE AL REGOLAMENTO TARI 

👉 I DOCUMENTI UFFICIALI DI ARERA CONSULTA LA PAGINA https://www.tuttotributi.it/nuovi-obblighi-di-qualita-per- la-tari/

Il canale Telegram

https://t.me/stampaetributi

Rispondi